Pagine

sabato 23 settembre 2017

Milano, melograni in piazza della Scala (con l'inganno)

Milano, melograni in piazza Della Scala

Milano, melograni in piazza Della Scala

Ma che belli mi sono detto appena ho visto in piazza della Scala queste piante di melograni cariche di frutti, maturi al punto giusto.  Ne abbiamo una di queste piante qui in casa, e una la piantai anni fa al paesello. Fiori belli per forma e colori e frutti caleidoscopici.

Ma cosa ti scopro in questi alberelli messi lì per la settimana della moda (pardon fashion week)? Cosa ti scopro? Che i frutti, le melagrane, sono posticce, attaccate col fil di ferro e per giunta al contrario (foto sotto).

Osservo la marea di turisti di ogni nazionalità che alla mano cellulari e fotocamere sta cliccando senza sosta. Possibile che nessuno se ne accorga? Possibile.

Viviamo nella  società dell'apparire e questa fashion week è l'apparenza incarnata. Poi mica tanto incarnata, visto che le modelle che vedo passare vicino casa provenienti dal residence postmoderno o postindustriale che dir si voglia sono tutte pelle ossa e carne poca poca. 

Buona domenica.
  
Milano, melograni in piazza Della Scala
QUI tutte le foto del sabato (256)

mercoledì 20 settembre 2017

Quella parte del corpo femminile


Ormai del corpo femminile si mette sempre più in risalto quella parte che richiama la fortuna. Ma questa parte del corpo, maschile compreso, la fortuna la richiamerà veramente?

sabato 16 settembre 2017

Sfiorire

gerbera

Sopra la gerbera dieci giorni fa, sotto adesso.

Ho adoperato il verbo sfiorire nel significato letterale del termine. Ma quante volte si adopera nel significato figurato! È la bellezza che se ne sta andando. Che tragica illusione il lifting.

Buona domenica.

gerbera
QUI tutte le foto del sabato (205)

giovedì 14 settembre 2017

L'AgCom pronta a sanzionare Tim, Vodafone, Wind Tre, Fastweb

Non so quanti voi abbiano una linea fissa. Io ce l'ho ma l'abolirei volentieri dato che ormai tutti mi telefonano al cellulare. Non lo faccio perché mi serve per l'accesso a internet. Ora, in tempi diversi, da maggio 2016 ad aprile 2017, Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb hanno deciso di far pagare la bolletta ogni quattro settimane anziché, come da contratto, una vota al mese. Intascando così quasi un mese in più all'anno.

L’Autorità per le Comunicazioni il mese di marzo aveva ordinato alle compagnie, alcune già passate al nuovo tipo di riscossione altre in procinto di esserlo, di ritornare alla fattura mensile.

Orecchie da mercante (non sono forse mercanti?) e avanti come se niente fosse.

Adesso il Garante ha avviato i procedimenti sanzionatori contro le quattro compagnie. Staremo a vedere. E a noi non dovrebbero restituire i soldi che abbiamo pagato in più?

Rimane un dato incontestabile. Questi qui sono dei corsari. Uno peggio dell'altro.

martedì 12 settembre 2017

Gli imbecilli di facebook


Gira su facebook questa foto che è evidentemente un falso, visto che delle due studentesse americane coinvolte nel fattaccio non si sa né il nome né tantomeno si conosce il volto. Eppure l'immagine è stata condivisa da più di tremila utenti. Imbecilli o che altro?

Ecco, ci vorrebbe questo. Che le due ragazze della foto si affidassero a un buon avvocato. E che questo avvocato querelasse, uno ad uno, tutti quelli che hanno pubblicato sui loro profili l'immagine chiedendo una bella sommetta di risarcimento. Si sveglierebbero forse dalla loro imbecillità?

sabato 9 settembre 2017

Seminati ieri...


Seminati ieri nel giardino qui a Milano. E adesso aspettiamo quaranta o cinquanta giorni per vedere il risultato.

Buona domenica.



QUI tutte le foto del sabato (204).

mercoledì 6 settembre 2017

Dietologi, andare pure a quel paese


Dal sito di Repubblica

E perché non 14 pasti ancora più piccoli?

Ripeto il titolo. Dietologi, andate pure a quel paese.

sabato 2 settembre 2017

L'estate sta finendo


Oggi qui a Milano, dove sono arrivato da poco, ha piovuto quasi tutto il giorno.

L'abbiamo aspettata da mesi questa pioggia, che finalmente è arrivata, ma tardiva. Guardate la foto, scattata qualche giorno fa. Siamo in Liguria, che non è solo mare. È anche montagne, le sfolgoranti Alpi marittime da dove il mare si vede laggiù, e da lassù sembra dialoghi con il cielo, dividendo a metà lo spazio dell'orizzonte. Qui siamo sull'altopiano di Marta (2000 metri). Ambra si stava godendo il bel venticello fresco negato in quei giorni alle basse quote. Ma quest'anno, come dappertutto, gran siccità. Una sofferenza per gli animali e la Natura tutta. Il giallo che vedete dovrebbe essere verde, di erba. E le mucche e le pecore che pascolano in queste terre alte hanno quasi più niente da brucare.

Spero abbiate passato delle belle vacanze. L'anno ricomincia.


nel 2016 era finita con i tacchi a spillo
nel 2015 era finita col cappon magro
nel 2014 era finita tra le nebbie
nel 2013 era finita tra i reggiseni
nel 2012 era finita  nelle riflessioni
nel 2011 era finita con una bella gita a Triora
nel 2010 era finita in una villa d'epoca in riva al mare
nel 2009 era finita con una gonna particolare
nel 2008 era finita con una grande cena collettiva a Grimaldi
nel 2007 era finita con un fantastico picnic


QUI tutte le foto del sabato (203)